Secondo una ricerca D-Link oltre la metà degli europei usa gli altoparlanti intelligenti per intrattenere e gestire i bambini

I genitori si affidano ad Amazon Alexa, Google Home Assistant o Apple Home Pod per potersi concedere qualche minuto di relax con i bambini

La ricerca di D-Link mostra che gli europei stanno adottando modi innovativi per intrattenere i loro figli e farli stare tranquilli – più della metà delle persone (58%) si rivolge agli speaker intelligenti ad attivazione vocale come aiuto per la gestione dei bambini.
La ricerca rivela che gli uomini sono più propensi a utilizzare uno speaker intelligente ad attivazione vocale, come Amazon Alexa, Google Home Assistant o Apple Home Pod, come strumento di intrattenimento per i bambini. Infatti, il 62% degli uomini europei ammette di essere più incline ad affidarsi all’aiuto di questi dispositivi contro il 54% delle donne.

D-Link ha intervistato più di 8.000 persone nel Regno Unito, in Francia, Italia, Germania e Spagna, e dal sondaggio è emerso che gli spagnoli sono i più propensi a utilizzare la tecnologia per avere un po’ di tempo per se stessi: quasi i tre quarti (72%), seguiti dal 67% delle persone in Italia, dal 58% di quelle in Francia, e da meno della metà nel Regno Unito (49%) e in Germania (44%).

Nell’ambito della ricerca, D-Link ha anche esplorato le percezioni e l’impatto degli smart speaker ad attivazione vocale sulle generazioni più giovani. Di questi, la stragrande maggioranza degli europei ritiene che l’uso regolare della tecnologia ad attivazione vocale possa rafforzare la fiducia dei bambini nell’uso della tecnologia nel suo complesso. Inoltre, il 77% degli europei ritiene che i bambini siano più bravi degli adulti nell’uso e nel controllo degli altoparlanti intelligenti ad attivazione vocale in casa.

Inoltre, il 68% degli europei ritiene che l’uso della tecnologia vocale incoraggi, o incoraggerà, lo sviluppo del linguaggio dei bambini. Nonostante ciò, quasi la metà (49%) degli europei concorda sul fatto che comandare Amazon Alexa, Google Home Assistant o un Apple Home Pod potrebbe incoraggiare i bambini a essere meno educati e a dimenticare le formule di “piacere e ringraziamento” nelle interazioni quotidiane.

D-Link ha anche scoperto che quasi la metà degli europei (46%) si rivolgerebbe al proprio altoparlante intelligente per risolvere un problema, sostituendo quindi i metodi tradizionali di ricerca delle informazioni, come le enciclopedie (42%) o la ricerca in internet (28%).

Commentando la ricerca, Kevin Wen, presidente di D-Link Europe, ha detto: “Gli altoparlanti intelligenti ad attivazione vocale stanno diventando sempre più la norma per migliaia di persone in tutta Europa. Infatti, la nostra ricerca ha scoperto che il 65% degli europei attualmente possiede, o ha intenzione di acquistare, un dispositivo per la propria casa. Da queste scoperte, è affascinante vedere l’impatto che la tecnologia a comando vocale sta avendo, o avrà, sulla vita familiare – e il potenziale dell’utilizzo di questo tipo di tecnologia può avere per tutte le età. Dal rendere la vita quotidiana più facile, al permettere ai bambini e agli adulti di diventare più sicuri nell’uso della tecnologia, l’impatto futuro della tecnologia a comando vocale è certamente entusiasmante”.

 

Your browser is out of date. It has security vulnerabilities and may not display all features on this site and other sites.

Please update your browser using one of modern browsers (Google Chrome, Opera, Firefox, IE 10).

X