Responsabilità nella frequenza

Il mondo, oggi, è un enorme villaggio globale. Siamo tutti sempre connessi, sempre online grazie a smartphone, smartwatch e altri wearable device. Comunichiamo e condividiamo, in tempo reale, qualsiasi tipo di informazione, emozione, idea.

Ma il rapporto con questi device, specialmente lo smartphone, non è semplice: sempre a portata di mano per lavoro o piacere, ci muoviamo da una mail a Facebook, da WhatsApp a Instagram, da un video a LinkedIn, con l’ansia di essere sempre aggiornati, sempre a conoscenza di quello che succede e che fanno gli altri.

Siamo tutti online, tutti collegati in un mondo virtuale, ma spesso scollegati da noi stessi e dalle interazioni con le persone in carne ed ossa che ci circondano.

Pubblichiamo tanto ma non comunichiamo più.

Il medium digitale più che radunare e aggregare, disaggrega.

Certamente la connettività digitale aumenta il nostro accesso delle informazioni e il mantenimento, in una certa misura, delle nostre relazioni personali e professionali.

Ma, abusandone, possono verificarsi degli effetti collaterali anche molto pericolosi, come l’insorgere di fobie, distrazioni, stress, insonnia, difficoltà relazionali, depressioni e solitudine.

Vista la situazione quello che bisognerebbe fare è cercare di gestire la sfera digitale in modo da raggiungere un sano equilibrio e ottenere dei benefici personali, interpersonali e lavorativi. Non si tratta quindi di cercare di eliminare il problema disconnettendosi ogni tanto, quanto piuttosto di capire in che misura approcciarsi ogni giorno a Internet, alle email, alle notifiche o ai messaggi.

Il problema non è mai lo strumento, bensì l’uso che ne facciamo. L’uso e l’abuso dipendono da noi.

Ecco qui alcuni consigli che possono aiutarti connetterti in modo più responsabile:

 

  • Tieni traccia di quanto e come ti colleghi, prendendo nota di quante ore sei connesso. Farlo ti aiuterà a prendere consapevolezza del problema.
  • Stabilisci un piano di azione: fissa dei limiti all’uso quotidiano del cellulare, magari vietati di usarlo durante alcuni momenti della giornata, soprattutto quando sei in compagnia di persone
  • Ricompensati ogni volta che riesci a limitare il tempo trascorso online.
  • Compi dei passi graduali: inizia a ridurre l’utilizzo in modo progressivo e non drastico
  • Nascondi lo smartphone dalla tua vista così da non esser distratto dalle notifiche
  • Riduci gli stimoli attivi: ad esempio potresti disattivare la ricezione di notizie di qualche social in modo che non ti avvisi costantemente
  • Cambia modo di pensare: ricorda a te stesso che qualunque cosa tu voglia controllare, non è di vitale importanza, puoi aspettare.
  • Concentrati sul momento presente: la consapevolezza, la capacità di essere nel “qui e ora”.

 

Your browser is out of date. It has security vulnerabilities and may not display all features on this site and other sites.

Please update your browser using one of modern browsers (Google Chrome, Opera, Firefox, IE 10).

X